Con Hunger Games: Il canto della rivolta – Parte 2 (The Hunger Games: Mockingjay – Part 2) si conclude una delle saghe cinematografiche più seguite degli ultimi tempi, che è stata capace di offrire al pubblico avventure spettacolari ribaltando il rapporto tra sessi.

Il film appartenente al genere fantasy, diretto da Francis Lawrence, è uscito in Italia il 19 novembre 2015 e costituisce il sequel dell’episodio trasmesso nel 2014, Hunger Games: Il canto della rivolta – Parte I .

HUNGER GAMES IL CANTO DELLA RIVOLTA PARTE II

HUNGER GAMES IL CANTO DELLA RIVOLTA PARTE II

Nonostante le pellicole siano state proiettate in due anni differenti, le riprese sono state effettuate back to back, una tecnica che consiste in riprese consequenziali, per realizzare simultaneamente due film, abbattendo i costi di produzione.

La trilogia di Hunger Game è basata sui romanzi della scrittrice statunitense Suzanne Collins: Hunger Games ; La ragazza di fuoco; Il canto della rivolta.

Come racconta la stessa scrittrice, l’idea di mettere su carta questa saga le è balenata in testa mentre faceva zapping in tv, passando da immagini di guerra a reality show.

La storia è incentrata sulla figura di Katniss Everdeen (interpretata dalla giovanissima attrice Jennifer Lawrence), abitante del povero Distretto 12, nella nazione di Panem. Lo stato è governato dalla fosca figura del Presidente Snow, che risiede a Capitol City. Ci troviamo in un futuro distopico, in una zona che coincide con gli attuali Stati Uniti d’America. A Panem, ogni anno, vengono organizzati gli Hunger Game (“Giochi della fame”) in ricordo della repressione della ribellione contro Panem. In ogni distretto, coppie di giovanissimi si sfidano tra loro, sotto l’occhio delle telecamere 24 ore su 24. L’intera Panem è sintonizzata sullo spettacolo in tv, in cui vince chi sopravvive.

Trama di Humger Game: Il canto della rivolta – parte 2:

Lo stato di Panem è in rivolta. Tutti i distretti sono uniti contro Capitolo City e Katniss Everdeen incarna il simbolo della rivoluzione. Il Distretto 2 è l’unico ancora fedele al Presidente Snow, nonché base operativa di Capitol City, ma a causa dei bombardamenti aerei viene seppellito da una valanga di rocce. Alcuni civili sopravvivono e vengono condotti da Katniss, che li persuaderà ad unirsi alla rivolta. Tuttavia, uno di loro sparerà alla ragazza, che verrà considerata morta.

Katniss in realtà non è morta, e più determinata che mai parte alla volta di Capitol City per sconfiggere definitivamente il Presidente Snow.

La ragazza capisce che la posta in gioco questa volta non è solo la sopravvivenza, ma anche il futuro. Insieme ad un’unità speciale composta, dai suoi più fedeli compagni: Gale, Finnick, Peeta, le gemelle Leeg, Pollux e suo fratello Castor, il comandante Boggs e il vicecomandante Jackson, Katniss parte per questa importante quanto rischiosa missione.
In una Panem in rivolta Katniss e i suoi compagni si impegneranno in una serie di attacchi contro la dittatura del presidente Snow, per sconfiggerlo e riportare finalmente la pace nelle città stravolte dalla guerra e dalle bombe.

Le opinioni circa quest’ultima parte della tanto amata saga di Hunger Game dividono nettamente la critica quanto il pubblico. C’è chi, infatti, ritiene che il film non deluda affatto le aspettative, né le promesse avanzate con il primo film della trilogia, anzi riesce a regalare al pubblico un finale degno dell’intera saga.

Il film, inoltre, è apprezzato poiché offre al pubblico molti spunti di riflessione di tipo sociopolitico. Sebbene in chiave moderna ed ambientata in un futuro immaginario, dai contorni fantascientifici, infatti, l’intera trilogia ha il grande merito di riuscire ad affrontare temi scottanti del mondo contemporaneo come la manipolazione da parte dei media ed il terrorismo, lasciando allo spettatore spunti di riflessione.

Tuttavia, parallelamente alle ottime opinioni espresse vi sono anche giudizi discordanti, che ritengono l’ultimo capitolo sia quanto mai lento e cupo. Un finale scontato e poco soddisfacente, non all’altezza dei precedenti episodi.
Nonostante le opinioni negative, al momento, Hunger Game, il canto della rivolta – parte 2 risulta essere molto apprezzato dal pubblico, e i numeri al botteghino lo confermano a tal punto che si sta ipotizzando un ulteriore sequel o prequel della trilogia.

La trilogia risulta adatta non solo ad un pubblico giovane, ma ad ogni fascia d’età.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather