E se non vi ho già annoiato troppo raccontandovi le mie vicende al cinema, spendo ancora due parole per parlarvi di questo fantastico sequel della generazione degli X-Men. Giorni di un futuro passato è a parere di tanti (e io mi aggiungo al coro) il migliore della serie XMENcon un’ottima sceneggiatura (non mancano gli avvincenti colpi di scena) interpretata da attori  convincenti (il cast è molto ricco e tra i protagonisti ritroviamo tra gli altri Hugh Jackman alias Logan Wolverine, Patrick Stewart alias prof. Xavier, James McAvoy nei panni del giovane prof. Xavier, Jennifer Lawrence come Raven / Mystica, Michael Fassbender per Magneto giovane), magistralmente diretti da Bryan Singer che torna in cabina di regia dopo più di dieci anni. Gli effetti speciali sono curati e di grande efficacia (strabilianti i superpoteri sfoderati dagli Xmen nei combattimenti o le metamorfosi di Mystica, nonchè lo stadio “sradicato” da Magneto nelle scene finali) e la trama riesce a dare un senso anche a quelle piccole incongruenze che si erano create tra i diversi film (per esempio la paraplegia del giovane Prof. Xavier che è presente in “X-Men – L’inizio” , mentre nell’episodio “Conflitto Finale” e in una scena di “X-Men le origini“: lo stesso professore lo si vede in piedi camminare.)

La trama si “snocciola” fra futuro e passato: il film inizia nel 2023  quando una guerra contro le “Sentinelle” sta portando i mutanti all’estinzione: questi androidi sono indistruttibili perché si possono adattare a qualsiasi tipo di potere di un mutante e sono quindi in grado di ucciderlo. Ma queste sofisticatissime armi furono volute dal Governo degli Stati Uniti decenni prima, dopo che Mystica, per spirito di vendetta e superiorità dei mutanti, uccise il loro inventore il professor Trusk convincendo il governo della necessità di proteggersi dalla razza degli X-men. I mutanti, impotenti e allo stremo delle forze nel 2023, hanno speranza di salvarsi solo modificando il passato, impedendo l’omicidio ed evitando che la guerra si scateni. Per questo si affidano a Logan che, con i suoi poteri rigenerativi, è l’unico a poter sopportare il salto temporale e affrontare l’impegnativa sfida.

Che altro dire… vi lascio al trailer ufficiale e buona visione!

 

 

 

 

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather