Mad Max Fury Road

Mad Max Fury Road è un film di genere post apocalittico diretto da George Miller ed interpretato da Tom Hardy e da Charlize Theron. La pellicola, uscita nelle sale cinematografiche italiane il 14 maggio 2015, è il 4 capitolo della saga di Interceptor, lanciata 34 anni fa da un grande Mel Gibson.

mad_max

La trama

Il film è ambientato in un futuro apocalittico, risultato di un cataclisma atomico che ha spazzato via il mondo e ridotto i pochi sopravvissuti in ginocchio. In questo universo si muove Max (Tom Hardy), un ex poliziotto ossessionato dalla perdita della famiglia, che si sposta per le strade a bordo della sua Interceptor. Proprio durante uno di questi spostamenti, Max viene catturato dai Figli di Guerra: un esercito comandato da Immortan Joe, signore della Cittadella.

Ed è a questo punto che entra in scena Furiosa (Charlize Theron), la Figlia della Guerra prediletta da Immortan Joe: la ragazza viene incaricata di recarsi a Gas Town con un'auto-cisterna, per recuperare della preziosa benzina. Quello che Immortan Joe non sospetta, però, è che Furiosa ha intenzione di liberare le donne del suo harem, nascoste all'interno della vettura.

Per evitare che ciò accada, Joe invia la propria armata a caccia di Furiosa: incluso Max, che funge da riserva di sangue. La donna riesce a fuggire grazie ad una tempesta che spazza via l'esercito: Max, invece, riesce a salvarsi e decide di unirsi a Furiosa, alla ricerca del Luogo Verde. Dopo diversi inseguimenti, che vedono anche la morte di Immortan Joe, i due raggiungono Luogo Verde e si rendono conto che si trattava solo di una leggenda. Tornati indietro, Furiosa prende il controllo della Cittadella e Max, invece, torna per la sua strada.

La recensione

Le aspettative generate da Mad Max Fury Road sono state rispettate, anche se solo parzialmente. I fan della saga di Interceptor, infatti, si son ritrovati di fronte ad un film in grado di rievocare tutti gli aspetti desolanti e techno-punk del futuro disegnato 30 anni fa da George Miller, ma al tempo stesso hanno dovuto somatizzare diversi cambiamenti. Innanzitutto il film, pur non essendo adatto alla visione dei bambini, non presenta le scene splatter alle quali Miller ci aveva abituati: alla fine c'è solo tanta sabbia, tante corse automobilistiche ma poco sangue e scene forti. Inoltre, il personaggio di Max risulta molto diverso dall'originale: l'interpretazione di Tom Hardy è buona, ma è la figura di Max a non calzargli quasi per nulla.

Colpa (o merito) del fantasma di Mel Gibson, che ha reso impossibile replicare un Max all'altezza della trilogia di Interceptor, ed è forse per questo che Miller ha scelto di relegarlo ad un ruolo marginale. Un discorso a parte va fatto per Furiosa, vera protagonista della pellicola: Charlize Theron è magnifica, ed il suo personaggio è autentico e sofferto. Questo è uno degli elementi che ha diviso i fan della saga: l'universo di Interceptor, infatti, è sempre stato molto maschilista, con le donne relegate al ruolo di schiave o concubine. La presenza di un'eroina del genere, per di più protagonista, potrebbe non convincere del tutto gli appassionati del vecchio universo di Mad Max.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

Lascia un commento